Filarmonica Alpina di Hone
Direttore 
Martinet René
Presidente
Bonetti Emanuele
Musicisti
55
Musico più giovane
Bastrentaz Francesca (24/12/2005)
Musico più anziano
Terroni Giuliano (19/01/1944)

Frazione ospitante del #RDD
 

Pramotton

 

via Ronc n. 30 - 11020 HONE

www.filarmonicalpina.it

filarmonicalpinahone@gmail.com

Le prime volontà di fondare un corpo musicale risalgono agli inizi del 1900, quando 4 volenterosi giovani con la passione per la musica, intrapresero un'opera di proselitismo per avvicinare altri loro coetanei a questa arte ma le tristi e minacciose vicende politiche dell'anteguerra e la mancanza di aiuti economico-finanziari procrastinarono la fondazione della Filarmonica Alpina al 1919.

Prima uscita della Società musicale alpina al gran completo fu la festa patronale si San Giorgio del 1920: i componenti erano 25, e festeggiarono degnamente la nascita del loro corpo musicale con gioia ed entusiasmo, accompagnati dal motto :”Studio, lavoro, pace!”, diretti dal M° Silvestro Cipriano.

Negli anni a seguire, la vita della Società musicale alpina fu caratterizzata da esibizioni sempre più frequenti, anche grazie al clima di ripresa del dopoguerra. Fu così che nel biennio 1920-1922 un folto gruppo di giovani fu coinvolto nell'iniziativa musicale, giovani tra i quali vi erano musicanti di ottimo livello ma purtroppo, la fine degli anni '30, fu nuovamente segnata dalle oscure nubi della guerra. Infatti il 9 marzo 1941 fu la data dell'ultima uscita della banda. Dopodiché gli strumenti furono riposti, per non comparire sino al termine degli eventi bellici.

Terminato il conflitto mondiale, l'evento che ridestò negli animi dei musicanti il desiderio di rifondare al più presto la Banda fu la festa di Santa Cecilia. Così, durante i mesi estivi, quasi tutti i componenti del vecchio gruppo si unirono al nucleo di promotori per ricomporlo, e nella tarda estate del '45 ci fu la prima “ri-uscita” ufficiale a Champorcher.

Sebbene la partenza fu non poco faticosa, il gruppo, negli anni successivi, rinsaldò le proprie file sotto l'attenta guida del M° Silvestro Cipriano e, superando mille difficoltà, tra le quali la necessità di strumenti nuovi, il far fronte ai sempre più numerosi impegni e alle esigenze di aggiornamento, negli anni tra il '56 ed il '60 ci fu il vero e proprio decollo. Nel 1958, in occasione del patrono del paese, San Giorgio,  i 25 componenti della Filarmonica ebbero la soddisfazione e la gioia di poter indossare la loro nuova divisa fiammante con berretto, cordone e guanti bianchi.

Nel 1962 fu, in occasione dei festeggiamenti di Santa Cecilia, il priorato, che favorì un maggior coinvolgimento della popolazione attraverso offerte, incanti e forme di partecipazione più dirette alla vita della banda.

In occasione dei festeggiamenti di Santa Cecilia nel 1969 una medaglia d'oro appuntata sullo stendardo ufficiale per onorare il 50° anno di fondazione della Filarmonica Alpina.

Nel 1964 la direzione era passata nelle mani del M° Adolfo Colliard, paziente e dinamico musico, artefice di un importante incremento del numero di allievi ormai destinato a rimpinguarsi. Gli anni e i decenni si susseguirono, e la bacchetta passò nelle mani di più maestri: Colliard Livio, Colliard Corrado, Viola Stefano e Martinet René, attuale direttore artistico dal 2008.